Filosofia



Per la mia attività di architetto ho adottato un approccio funzionalista alla progettazione, privilegiando l’analisi dei percorsi e sviluppando in successione quella funzionale, quella tipologica e architettonica.

Sono abituato a realizzare un’analisi approfondita delle componenti costitutive il progetto e a concepirne la loro integrazione: architettura, struttura, impianti e contenimento energetico si fondono in una sintesi costruttiva di costante rapporto dialettico; il paesaggio, le preesistenze ambientali e antropiche costituiscono priorità di analisi.

L’approccio razionale che adotto per i miei progetti, che prevede una progressiva semplificazione dei contenuti e degli aspetti compositivi per raggiungere la sintesi delle componenti, è stata motivo di crescita culturale e professionale e il mio percorso a lungo si è intrecciato con quello dei grandi maestri del XX secolo; il pittore Piet Mondrian è stato per me artefice di grande ispirazione per cui per un lungo periodo una sua opera fu elemento identificativo del mio operare.

L’evoluzione tecnologica, verso la quale sono particolarmente sensibile, il risparmio energetico e tutte le componenti legate alla sostenibilità ambientale sono parte integrante del mio bagaglio professionale e costituiscono base di partenza di ogni mio progetto.